PsyMed

PsyMed

Studio Polispecialistico Area Psicologica e Medica a Roma Trastevere

Professionisti al servizio della tua salute!

PsyMed si trova nel cuore di Roma, nel noto e stupendo quartiere storico di Trastevere.

Per prenotare un incontro nello studio di Roma (Trastevere) è necessario compilare le domande che trovi a questo link. Le tue risposte saranno analizzate dai professionisti PsyMed e verrai contattato direttamente dal tuo consulente. Successivamente al primo incontro, verranno decisi i modi, tempi e termini di una eventuale presa in carico della tua richiesta.

Il rientro dalle vacanze estive, in genere, non è piacevole soprattutto quando ci guardiamo allo specchio e notiamo quei chili di troppo depositati su fianchi e cosce, specie per noi donne. Ed è allora, e solo a quel punto, che emergono mille sensi di colpa ripensando a tutti quegli eccessi alimentari che avremmo potuto evitare...

 

L'importanza di una sana alimentazione

Per rimediare ai danni ricorriamo ai rimedi più disparati: c'è chi pratica il digiuno, chi elimina tutti i carboidrati dalla propria dieta o chi diventa ossessionato dal praticare sport per 'bruciare' quante più calorie possibili. In tal modo non si fa altro che stressare il proprio corpo, innescando cambiamenti ormonali che si riversano in maniera negativa sul nostro stato di salute e anche sulla perdita di peso.

 

Il mio consiglio per rimettersi in forma è quello di seguire un regime dietetico sano, equilibrato e, dove necessario, ipocalorico.

Tornare in forma con piano alimentare equilibrato

Un piano alimentare equilibrato si caratterizza:

  • dal 15-20 % di proteine nobili derivanti da fonti come carne, pesce, uova e latte;
  • dal 50-55% di carboidrati complessi derivanti da cereali, di cui il 10-15% da carboidrati semplici derivanti dalla frutta;
  • dal 25-30 % di grassi, di cui i 2/3 dovrebbero derivare da fonti vegetali (oli) e 1/3 da quelle animali;
  • da un apporto in fibre di 30 gr al giorno derivanti da cereali integrali, legumi, frutta e verdura.

 

I consigli per depurarsi e tornare in forma

Cosa fare per garantire al corpo la giusta ripartizione dei nutrienti sopra riportati e stare in forma? 

  1. Mangiare pesce fresco almeno 3 volte a settimana, di cui almeno una volta quello azzurro ricco in omega 3;
  2. prediligere la carne bianca magra, 3 volte a settimana, rispetto a quella rossa (1 porzione media di 250 grammi a settimana);
  3. mangiare 5 porzioni di frutta e verdura al giorno, in forma solida o anche liquida, attraverso centrifughe o frullati, per garantire al corpo vitamine e soprattutto sali minerali;
  4. preferire il consumo di olio extravergine di oliva a crudo per condire le pietanze;
  5. consumare i legumi almeno 2 volte a settimana;
  6. preferire le uova non più di 2 volte a settimana, sostituendole alla carne;
  7. evitare gli insaccati e limitare i salumi e formaggi;
  8. consumare una porzione al giorno di latte o yogurt;
  9. abbinare ai pasti principali una porzione di cereali (pasta, riso o pane), preferendo quelli integrali;
  10. evitare cibi cosiddetti spazzatura o junkfood, ossia cibi ricchi di sale, grassi e zuccheri e con basso valore nutrizionale come patatine fritte, cibi preconfezionati, dolci elaborati e bibite gassate;
  11. bere almeno 2 Litri di acqua al giorno, per garantire al corpo l'equilibrio idrico di cui necessita ed evitare la disidratazione;

 

A questo schema alimentare deve essere abbinata un'appropriata attività fisica e, a tal proposto, l'OMS raccomanda almeno 150 minuti alla settimana di attività moderata o 75 di attività vigorosa (o combinazioni equivalenti delle due) in sessioni di almeno 10 minuti per volta, con rafforzamento dei maggiori gruppi muscolari da svolgere almeno 2 volte alla settimana. 

Basta seguire una sana alimentazione per rimediare ai “danni” fatti durante le vacanze estive, così come basta una sana alimentazione per stare in salute e in forma tutto l'anno. 

Ricordo sempre che questi sono consigli generici e che ogni singola persona ha le sue esigenze nutrizionali specifiche, dunque ogni piano dietetico va personalizzato

Se desideri maggiori informazioni o richiedermi il tuo piana alimentare personalizzato chiama al  338 23 17 920

Martedì, 19 Maggio 2020 13:03

Controllo dal nutrizionista in sicurezza

Coronavirus, i consigli del nutrizionista per una visita in sicurezza

Dopo questo lungo periodo di quarantena in cui probabilmente non abbiamo avuto modo di curare particolarmente l'alimentazione, ora è il momento con il progressivo ritorno alla normalità, di ricominciare a curare l'alimentazione come elemento centrale per la nostra salute.

L'alimentazione, spesso sottovalutata, costituisce un fattore importantissimo per la nostra salute. 

Per prenderci cura di voi, noi nutrizionisti del centro PsyMed di Roma abbiamo ripreso le attività in sede, ma non abbiamo abbassato la guardia e per questo ci siamo adeguati alle disposizioni ministeriali per garantirvi la massima sicurezza durante le visite o i controlli con i nostri nutrizionisti.

Il professionista si impegnerà a garantire il massimo grado di rispetto del paziente e richiede altrettanto da parte di quest'ultimo.

 

Cosa deve fare il nutrizionista?

  •  Al termine di ogni visita provvederà alla disinfezione degli strumenti utilizzati e di tutte le superfici contaminate e procederà ad areare l' ambiente per almeno 15 minuti prima della visita successiva.

Cosa deve fare il paziente per andare dal nutrizionista?

  • Non deve recarsi a studio se ha febbre ( T>37,5° C) o sintomi influenzali ed eventualmente contattare il professionista per fissare un nuovo appuntamento; 
  • Dovrà essere puntuale, rispettando l'orario che gli viene indicato per non creare assembramenti in sala d'attesa e per lo stesso motivo è vietata la presenza all'interno dello studio di accompagnatori, salvo minorenni; 
  • Deve indossare la mascherina; 
  • Deve disinfettarsi le mani con apposito gel posto all'ingresso della sala di attesa e indossare i guanti monouso che gli saranno forniti dal professionista;

 

Prevenzione e alimentazione sono due elementi cruciali per la nostra salute, non trascurarli!

Dott.ssa Cecere Carolina, Biologa e Nutrizionista a Roma 

338 23 17 920

La crisi del Coronavirus ha obbligato tutte le famiglie a rivedere la loro organizzazione: molti genitori hanno trasferito il lavoro a casa e con la chiusura delle scuole e la didattica a distanza, l’impegno è aumentato.

La convivenza forzata, l’impossibilità di incontrare di persona amici e parenti per diverse settimane e le continue richieste dei figli, hanno creato, in alcuni, ansia, disorientamento e senso di impotenza, stati d’animo spesso di difficile gestione.

Ad oggi, nonostante la maggiore libertà di movimento, se da un lato c’è il desiderio di ricominciare, dall’altro prevalgono sentimenti di paura e preoccupazione per il futuro che possono minare l’equilibrio personale e familiare.

Se il rapporto genitori-figli è già di per sé complesso, ai tempi del Covid-19 diventa una vera e propria sfida.

Nasce così l’idea di aprire uno spazio di ascolto permanente rivolto ai genitori, in cui, attraverso un confronto costruttivo, poter recuperare le risorse individuali per riflettere su strategie più funzionali rendendo così, più efficace la comunicazione con i figli.

Gli incontri sono tenute da:

  • Dott.ssa Maura Falocco (psicologa clinica/career counselor ed esperta su questioni che riguardano le relazioni in famiglia, a scuola e nel lavoro)
  • Dott.ssa Emilia Metta (psicologa/psicoterapeuta, esperta di problematiche dell'età evolutiva e specialista in psicopatologia dell'apprendimento)

Partecipare allo spazio di ascolto per genitori

Per chi fosse interessato alla partecipazione allo spazio di ascolto è necessaria la prenotazione.

Si formano gruppi di massimo 10 persone. Iscrizione entro il 3 Giugno.

Costi: Ogni incontro ha un costo di 25 euro a persona (sconti per le coppie).

Il corso si attiva con un minimo di 4 iscritti.

I primi tre incontri saranno tenuti on-line ed appena ci saranno le condizioni di sicurezza per farlo, il corso sarà riattivato in sede, ossia presso il centro PsyMed in zona Trastevere a Roma

Informazioni e prenotazioni

Per info e iscrizioni telefono/whatsapp al 347 48 10 074 o 348 69 31 918

Promozione Prima visita e primo controllo con il nutrizionista a soli 50 €

Con l'arrivo dell'estate diventa sempre più forte il desiderio di rimettersi in forma, talvolta anche ricorrendo a "diete fai da te" o ricercando prodotti miracolosi che, ahimè, non esistono.

Se senti l'esigenza di rimetterti in forma, ogni momento è quello giusto per iniziare. Un buon motivo per farlo ora? La promo Giugno! Approfitta di questa promozione per riservarti la prima visita e il successivo primo controllo dal nutrizionista ad un costo di soli € 50,00!

Non rimandare a domani e intraprendi oggi un percorso di ricomposizione corporea e di rieducazione alimentare per migliorare il tuo corpo e soprattutto il tuo stato di salute.

La prima visita dal nutrizionista

Durante la prima visita con la nutrizionista si procederà a:

  • Spiegazione del metodo di lavoro e relativi costi;
  • Misurazione di Peso, Altezza e principali Circonferenze corporee (vita, fianchi, coscia destra e sinistra);
  • Valutazione BMI per la classificazione del paziente come SOTTOPESO, NORMOPESO, SOVRAPPESO, OBESO;
  • Definizione di un diario alimentare da compilare;
  • Elaborazione di un piano alimentare personalizzato;
  • Definizione di un nuovo appuntamento per il primo controllo.

Prenota la tua visita dal nutrizionista a Roma

La Dott.ssa Carolina Cecere, Biologa nutrizionista, riceve su appuntamento presso lo studio polispecialistico PsyMed in via Ugo Bassi, 42 - zona Trastevere, Roma.

Per info e appuntamenti puoi chiamare al 338 23 17 920 o inviare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Oltre ad essere una buona fonte di proteine vegetali, grassi insaturi, fibre, vitamine, minerali e composti antiossidanti, in grado di migliorare la qualità complessiva della dieta, secondo numerose ricerche la frutta secca, consumata abitualmente, può avere un ruolo positivo per la salute.

 

I benefici della frutta secca

Le più recenti novità della ricerca indicano benefici in diverse aree:

Malattie cardiovascolari

Da un ampio studio coorte è emerso che consumare frutta secca almeno 3 volte a settimana può ridurre il rischio di fibrillazione atriale del 18%. Inoltre, secondo una recente revisione il consumo di frutta secca si associa negativamente al rischio di malattia coronarica, infarto del miocardio, morte improvvisa e ictus.

 

Cancro

Uno studio prospettico su soggetti di età compresa tra i 55 e 89 anni ha rilevato come il consumo di oltre 10 gr di frutta secca possa ridurre significativamente il rischio di carcinoma polmonare a piccole cellule negli uomini.

 

Depressione

Da un'analisi all'interno della National Health and Nutrition Examination Survey (NHANES), è emerso che i consumatori di noci avevano dei punteggi relativi alla depressione significativamente inferiori rispetto ai non consumatori di frutta secca e che tale associazione era più forte nelle donne.

 

Sindrome metabolica

Da uno studio longitudinale di 13 anni è emerso che coloro che consumavano maggiori quantitativi di frutta secca avevano un rischio inferiore del 24% di sviluppare sindrome metabolica e una minore gravità della stessa, rispetto a coloro che ne consumavano meno.

Inoltre è stato dimostrato che il consumo di frutta secca aiuta a proteggerci dal rischio di obesità, uno dei fattori predisponenti la sindrome metabolica. 

In che modo la frutta secca aiuta a proteggerci dall'obesità?

Una recentissima review ha messo in evidenza i possibili meccaniimi sottostanti:

  • Meno energia metabolizzabile. A livello sperimentale, è stato dimostrato che noci, mandorle e pistacchi hanno un valore di energia metabolizzabile inferiore a quello attribuito tramite i valori calorici di Atwater (4 kcal per 1 gr di carboidrati e proteine, 9 kcal per 1 gr di lipidi). Il contenuto calorico della frutta secca sarebbe, quindi, sovrastimato rispetto alla realtà.
  • Sostituzione di alimenti e nutrienti meno salutari.
  • Migliore controllo dell'appetito. La presenza sia dei grassi sia delle fibre, rallentando lo svuotamento dello stomaco e l’assorbimento degli zuccheri, aiutano a mantenere sotto controllo la glicemia e prolungano il senso di sazietà. Inoltre, la fibra presente promuove anche la crescita di batteri del microbiota intestinale che, con la fermentazione, producono acidi grassi a corta catena in grado di promuovere la regolazione dell'appetito e la riduzione di un'eccessiva assunzione di energia. Anche la quantità, la tipologia e le tempistiche di consumo possono giocare un ruolo importante.
  • Aumento della termogenesi indotta dalla dieta, ossia l'incremento del dispendio energetico conseguente all'assunzione di nutrienti.
  • Azione dei composti fenolici. I composti fenolici identificati nella frutta secca (stilbeni, tannini, acidi fenolici, aldeidi fenolici e flavonoidi) potrebbero avere un effetto positivo sull'adiposità.
  • Effetti sulla composizione del microbiota intestinale che gioca un ruolo importante sull'adiposità.

 

 

Sì alla frutta secca all'interno della dieta ma fare sempre attenzione alle quantità!

La frutta secca a guscio (mandorle, nocciole, noci, anacardi, pistacchi, noci di macadamia, castagne, arachidi) per via dell'elevata presenza di grassi “buoni” ha un apporto calorico importante per cui è bene moderarne l'assunzione giornaliera. Per godere dei suoi benefici, la dose raccomandata è di 30 grammi al giorno, anche se l'apporto va personalizzato in base alle caratteristiche di ogni individuo in relazione al proprio apporto energetico giornaliero.

 

 

Fonti bibliografiche:

  • W Rockstrom, J., Loken, B., Springmann, M., Lang, T., Vermeulen, S.,..& Jonell, M.(2019), Food in the antropocene: the EAT-Lancet Commission on healthy diets from sustainable food systes. The Lancet, 393 (10170), 447-492.
  • Larsson, S. C., Drca, N., Bjorck, M., Back, M., & Wolk, A (2018). NUT consumation and incidence of seven cardiovascular diseases. Heart, 104 (19), 1615-1620.
  • Bitok, E., & Sabaté, J. (2018) Nuts and Cardiovascular Disease. Progress in cardiovascular diseases,61,33-37.
  • Hassannejad, R., Mohammadifard, N., Kazemi, I., Manourian, M., Sadeghi, M., Roohafza, H., & Sarrafzadegan, N (2018). Long-term nuts intake and metabolic syndrome: A 13 year longitudinal population-based study. Clinical Nutrition.
  • Nieuwenhuis, L., & van den Brandt, P. A (2019). Nut and peanut butter consumation and the risk of lung cancer and its subtypes: A prospective cohort study. Lung Cancer, 128,57-66.
  • Arab, L., Guo, R., & Elashoff, D. (2109). Lower Depression Scores among Walnut Consumers in Nhanes. Nutrient, 11(2),275;
  • Tindall, A. M., Petersen, K.S., Lamendella, R., Shearer, G, C., Murray-Kolb, L. E., Proctor, D. N., & Kris- Etherton, P. M. (2018). Tree Nut Consumption and Adipose Tissue Mass: Mechanism of Action. Current developments in nutrition, 2(11), nzy 069.

Sabato 4 maggio, dalle ore 10 alle 13, PsyMed ospita nuovamente e con enorme piacere L'Intervisione, percorso giunto ormai al suo secondo anno di attività.

Intesa come "altra visione", l’intervisione è pensata come una “supervisione alla pari”, un’opportunità in più, oltre a quella formativa, a cui spesso molti di noi già ricorrono individualmente nello scambio professionale con colleghi vicini. Un’occasione importante per sperimentare nuove possibilità di autoformazione, ridurre la solitudine professionale, arricchire la pluralità dei punti di vista, apprendere tecniche e strumenti dai più diversi orientamenti teorici, migliorare la capacità di stare in ascolto dei propri clienti/pazienti.


Gli incontri sono aperti a psicologi, psicoterapeuti e psichiatri. La partecipazione di colleghi con differenti approcci, anzianità professionale ed orientamenti teorici è particolarmente gradita, in quanto elemento propulsivo e arricchente per la qualità dello scambio.

E’ richiesta la prenotazione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Il contributo di partecipazione è di 7 euro.

Al termine dell'incontro sarà offerto un rinfresco.

Presso lo studio PsyMed da diverso tempo il Dr. Fabio Meloni, psicologo e psicoterapeuta esperto in disturbi alimentari, tiene alcuni gruppi terapeutici sulla fame nervosa, a cadenza settimanale. La grande novità è che ultimamente ne è stato avviato uno in cui la sinergia con la figura del biologo nutrizionista, da sempre considerata risorsa importante, è stata intesa ben oltre la possibilità di un "semplice" coordinamento tra le due figure professionali sul singolo paziente (magari seguito individualmente): una volta al mese la Dr.ssa Carolina Cecere, biologa nutrizionista, partecipa agli incontri affiancando il Dr. Meloni e portando la propria competenza e professionalità nel vivo degli scambi del gruppo.

 

Ma vediamo più da vicino come funziona, rivolgendo qualche domanda ai professionisti coinvolti in questo interessante e innovativo progetto.

 

Dr. Meloni, a chi si rivolgono questi gruppi e come funzionano?

I gruppi di sostegno e terapia per Fame Nervosa, Disturbi del Comportamento Alimentare e Obesità accolgono persone che  sono impegnate in un percorso di perdita di peso o sono in trattamento dietetico/nutrizionale e sentono difficoltà nel seguire una dieta in modo continuativo; oppure presentano Disturbi del Comportamento Alimentare o soffrono di Fame Nervosa. Inoltre i gruppi sono molto efficaci nell'aiutare le persone che hanno affrontato o stanno affrontando un percorso bariatrico a modificare il loro stile nutrizionale e a mantenerlo nel tempo. I gruppi si incontrano una volta alla settimana per 2 ore in giorni e orari differenti della settimana. Presso PsyMed (a Roma zona Trastevere) sono attualmente attivi due gruppi, il mercoledì dalle 15 alle 17 e dalle 19 alle 21. Altri due gruppi sono in attivazione e sono previsti per il lunedì dalle 11 alle 13 e il martedì dalle 21 alle 23. Le iscrizioni sono sempre aperte e per accedere è necessario sostenere un colloquio individuale preliminare. 

 

Su quale input è nata l'idea di proporre un gruppo in cui lavorassero in sinergia e in modo integrato psicologo e nutrizionista?

Le problematiche con il cibo sono complesse e la maggior parte delle linee guida in materia, sia nazionali che internazionali, raccomandano l'approccio integrato e multidisciplinare nel trattamento di questo tipo di disturbi. Nei miei gruppi è previsto l'intervento del nutrizionista per un'ora al mese. Lo scopo non è quello di prescrivere diete o di verificare l'adesione ai piani alimentari. Piuttosto, il nostro obiettivo è quello di parlare di cibo e salute e di correggere i miti e le convinzioni – per lo più sbagliate e dannose - che le persone con problemi nella sfera alimentare spesso hanno. 

 

Dr.ssa Cecere, lei è biologa nutrizionista, e dunque segue individualmente diverse persone con disturbi alimentari. Qual è la differenza, il valore aggiunto, che può venir fuori dalla sua presenza in un incontro di gruppo di questo tipo?

Nei soggetti che soffrono di Disturbi del Comportamento Alimentare è fondamentale intraprendere un percorso psicologico, ma fondamentale è anche il confronto tra chi condivide le stesse problematiche. Durante questo confronto, la presenza di un nutrizionista è l'ideale per inculcare le basi di una sana e corretta alimentazione e correggere dei comportamenti sbagliati: spesso le persone, inconsapevolmente, si fanno guidare nelle proprie scelte alimentari da conoscenze errate, senza alcuna base scientifica, magari dando credito al 'sentito dire' o a post pubblicati sui social. Direi quindi che la presenza di un esperto in nutrizione è essa stessa un valore aggiunto.

 

Come sente accolta dai pazienti la sua presenza nel gruppo? Che tipo di domande le rivolgono?

Sin dall'inizio il gruppo ha accolto positivamente la mia presenza, facendomi sentire parte integrante di esso e la conferma di ciò è data dal fatto che di volta in volta le persone mi riferiscono di aver cambiato delle abitudini, radicate ma di per sé errate, e che ciò le ha portate a migliorare la gestione del loro disturbo alimentare.

Le domande che in genere mi rivolgono spaziano da semplici consigli pratici, come ad esempio “cosa bisogna mangiare prima e dopo una corsa?” a quelle magari più complesse del tipo “come prevenire e/o gestire attraverso l'alimentazione gli attacchi di fame nervosa?”. Ma in generale posso dire che ogni domanda è importante perché offre uno spunto da cui partire per esplorare più concetti e questioni.

 

Dr. Meloni, alla luce dell'esperienza maturata finora in questo progetto e dei feedback raccolti dai pazienti nel gruppo che conduce, che idea si è fatto circa l'efficacia di questa "formula"?

I feedback sono molto positivi e stiamo lavorando per rendere la collaborazione ancora più efficace e produttiva per le persone che partecipano. 

Se sei interessato ai nostri gruppi sui disturbi alimentari e fame nervosa attivi presso PsyMed a Roma (in zona Trastevere), contattaci saremo lieti di fornirti tutte le informazioni o rispondere alle tue curiosità.

Giovedì, 28 Gennaio 2016 09:25

Nutrizione nello sport

Presso il nostro centro a Roma, i nostri nutrizionisti forniscono una completa consulenza nutrizionale agli sportivi di qualunque disciplina.

A partire dalla valutazione dello stato nutrizionale e della composizione corporea in funzione dello specifico sport, viene stilato un programma nutrizionale personalizzato sulla base delle attività sportive, lavorative, di studio e delle consuetudini alimentari dei singoli atleti. E' possibile stilare un piano alimentare specifico per aumentare le performance sportive o per aumentare l'efficacia del piano di allenamento.

Cosa deve mangiare lo sportivo?

La dieta dello sportivo deve prevedere un alimentazione varia e compresa di tutti gli alimenti principali; nel caso degli sportivi è importante "calcolare" le quantità che devono essere proporzionali al tipo di attività fisica che si svolge. Inutile dire che quando l’attività fisica rallenta o cessa del tutto, è bene che l’ex‑atleta riduca proporzionalmente i suoi consumi alimentari, adeguandoli alle nuove abitudini.

Alimentazione e allenamento corretti a seconda del tipo di corpo

In letteratura si identificano tre tipi di corporature:

ECTOMORFO - La struttura corporea caratterizzata da arti lunghi, con ridotta percentuale di grasso corporeo e lenta acquisizione di peso.

ENDOMORFO - Struttura corporea piuttosto tondeggiante, con tendenza ad accumulare di grasso in vita, sui fianchi e sulle cosce. 

MESOMORFO - Corpo atletico, con spalle ampie, braccia e gambe forti e vita stretta

In base alla tipologia di appartenenza la dieta viene modulato poichè ogni tipologia ha un fabbisogno alimentare specifico da soddisfare.

Alimentazione di un tipo ECTOMORFO

Un’alimentazione ricca di carboidrati, perché è proprio l’eccesso di calorie che consente di avviare lo sviluppo della massa muscolare. È inoltre necessario assumere una quantità sufficiente di liquidi.

Alimentazione di un tipo MESOMORFO

Un'alimentazione ricca di carboidrati durante il giorno, riduzione dell'apporto di carboidrati alla sera. Molte proteine e grassi buoni eabbondante frutta e verdura. 

Alimentazione di un tipo  ENDOMORFO

È molto importante avere un’alimentazione controllata, limitando quindi carboidrati e grassi. Si devono preferire le proteine per lo sviluppo muscolare, nonché abbondante frutta e verdura. 

Se sei alla ricerca di un nutrizionista sportivo a Roma, contattaci con fiducia.

I nostri nutrizionisti sono altamente specializzati ed offrono diversi percorsi, modulabili sulle esigenze dei pazienti.

I nostri percorsi sono così strutturati:

  • Colloquio conoscitivo e valutazione dello stato di salute con visione degli eventuali referti medici;
  • Intervista alimentare con analisi dello stile di vita;
  • Rilevazione delle misure antropometriche (altezza, peso, circonferenze);
  • Calcolo del Metabolismo Basale, calcolo dell’Indice di Massa Corporea con valutazione del rischio cardiovascolare;
  • Valutazione della composizione corporea mediante Bioimpedenziometria (massa magra, massa grassa, stato cellulare, stato di idratazione,..);
  • Controlli periodici, mensili o bimensili, per la valutazione dei risultati.

I nostri NUTRIZIONISTI hanno inoltre definito alcuni percorsi specifici, tra i quali:

  • Percorso “Dimagrimento”: anamnesi nutrizionale, elaborazione di un piano dietetico personalizzato, continuo supporto;
  • Percorso “Donna”: anamnesi nutrizionale ed elaborazione di piani dietetici modulati sulle esigenze specifiche delle donne come gravidanza, allattamento, menopausa;
  • Percorso “Sportivo”: percorsi studiati per le varie discipline sportive a livello agonistico e non.

 

All'interno di PsyMed, i nostri nutrizionisti sono in grado anche di definire  piani alimentari specifici per:

  • Ipercolesterolemia, ipertrigliceridemia;
  • Ipertensione arteriosa;
  • Sindrome metabolica;
  • Disturbi della digestione;
  • Reflusso gastroesofageo e/o gastrite;
  • Diabete;
  • Vegetariani e vegani;
  • Disturbi intestinali (morbo di Crohn, colon irritabile, stipsi,...);
  • Allergie ed intolleranze alimentari (celiachia, nichel, lievito, lattosio,...);
  • Insufficienza renale cronica od acuta.
Pagina 1 di 4

Contatta i nostri psicologi

  • cell. 338 19 60 871…
    Website Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • cell. 340 33 28 111…
    Website Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • cell. 366 87 77 867…
    Website Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • cell. 329 16 97 482…
    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Sono Giulia Di Marzio, iscrizione…
    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Dott.ssa Maria Cristina Gori -…
    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Segui PsyMed Roma Centro Polispecialistico Area Psicologica e Medica